Annalisa Catapano

Blog di approfondimento

Afghanistan, le differenze tra i Talebani, Isis-Khorasan e al-Qaeda

In queste ore qualche politico ha confuso i talebani con l’Isis-k. In realtà si tratta di gruppi distinti  e con mire differenti. 

I talebani (Taliban)

I talebani sono un gruppo di fondamentalisti islamici formatisi in scuole coraniche afghane e pakistane. Nati da ex mujaheddin, hanno combattuto la guerra contro l’invasione sovietica dal 1979 al 1989. Tra il 1995-1996, hanno vinto la guerra civile afghana, conquistando il potere e imponendo un regime teocratico basato sulla rigida applicazione della legge coranica.

Nel 2001 sono stati rovesciati dalla Nato per i legami con al Qaeda, ma nonostante il loro indebolimento, hanno sempre attuato rappresaglie anti-governative  nei confronti delle truppe della coalizione internazionale.

Dal 2015 i talebani hanno ripreso terreno spinti dall’avanzata dell’Isis. Il conflitto tra i due gruppi è stato particolarmente accentuato nella regione del Khorasan, ubicata tra Afghanistan e Pakistan, dove opera il gruppo terroristico affiliato all’Isis.

Nel 2021 con la ritirata della Nato, il gruppo fondamentalista ha scatenato un’altra offensiva, occupando più del 50% del territorio afghano. Il 15 agosto i talebani hanno preso il controllo della capitale, Kabul.

I talebani, rispetto all’Isis e al Qaeda, non hanno mire globali. Il loro piano si limita alla presa di potere dell’Afghanistan.

Da un punto di vista organizzativo, non avendo una struttura internazionale come l’Isis e Al Qaeda, i talebani sono molto frammentati sul territorio, ma si adeguano ad un unica linea comune.

Al-Qaeda

Al Qaeda è stata fondata nel 1988  a Pashawar, da Osama Bin Laden. Fino alla seconda metà degli anni Novanta, la sua agenda si ispirò a quella dei gruppi egiziani al-Jihad e
al-Jamaah al-Islamiyyah.

Successivamente prese corpo una nuova forma in base alla quale la lotta contro i nemici dell’islam come Israele e Stati Uniti e i loro alleati non andava fatta solo nelle terre da loro occupate, ma anche a livello globale. Il nemico andava inseguito ovunque, nei centri nevralgici e persino a casa sua, proprio come avvenne con gli attentatori dell’11 settembre 2001 alle torri gemelli di New York.

Con la cattura di Osama Bin Laden nel 2011, al Qaeda si è indebolita, ma la sua organizzazione non è mai stata abbattuta. E’ rimasta in Afghanistan e, secondo le relazioni Onu, ha aiutato i talebani a prendere il potere il Afghanistan.

L’Isis-Khorasan

L’Isis-K  significa Islamic State Khorasan Province, lo stato islamico della provincia di Khorasan (indica i territori di Afghanistan, Tagikistan, Uzbekistan, Turkmenistan e Pakistan). Si tratta del più estremo e violento gruppo di jihadisti presenti in Aghanistan.

Il gruppo è nato nel 2015, durante un incontro fra l’Isis che ha riconosciuto l’affiliazione e i militanti talebani delusi.

Il gruppo è stato più volte indebolito dalle uccisioni dei suoi leader, ma è riuscito sempre a riorganizzarsi. La sua “rinascita” è stata  aiutata dall’arrivo di un nuovo leader Shahab al Muhajir  e dal flusso di miliziani dall’estero come dal Pakistan, Tagikistan e Uzbekistan, attirati dalla volontà di svolgere attentati contro i talebani, il governo afghano e gli americani.

Leggi anche

Afghanistan, il rapporto tra i talebani e al Qaeda

Afghanistan, l’Isis-K: cos’è e quali sono i rapporti con i talebani 

 

www.annalisacatapano.it è il blog di approfondimento che si pone l’obiettivo di offrire degli strumenti per comprendere al meglio la realtà e avere un giudizio critico.
I temi trattati riguardano la politica, l’ambiente, l’economia  e i diritti umani.
I contenuti di questo blog richiedono ricerca e tanto approfondimento.
Tutto questo però ha bisogno di un tuo contributo, anche minimo. Grazie mille!