in politica

Contributi alla politica: prima Lega, seguono PD e M5S

La Lega è il primo partito che riceve più contributi, comprese le donazioni da privati e aziende . Nel biennio 2018-19, il Carroccio ha raccolto 13 776 479,36 euro di contributi , di cui un terzo sono donazioni sostanziose. A stilare la classifica  è la ong Trasparency International Italia, che ha aggiornato  soldiepolitica, la piattaforma che mostra le donazioni alla politica e gli interessi di parlamentari e membri del Governo nelle aziende private.

Dopo la Lega seguono il Partito Democratico  (9.605.054,14 euro), e il Movimento 5 Stelle (8.946.555,56 euro). Questi primi tre partiti insieme ricevono il 63,94% dei finanziamenti totali.
Ad attirare i “big donors” ci sono anche Italia Viva di Matteo Renzi e di Cambiamo! di Giovanni Toti.
I soli imprenditori Daniele Ferrero, Lupo Rattazzi e Davide Serra hanno contribuito ad Italia Viva con 290.000 euro, mentre in soccorso di Toti sono intervenute la Moby e la Black Oils spa rispettivamente con 100.000 e 50.000 euro di donazioni.
Tra i membri del Governo la la Ministra delle infrastrutture e dei trasporti Paola De Micheli è la personalità che attira più donazioni. Infatti, ha ricevuto 34.500 euro da diversi soggetti privati, tra cui Bluenergy Assistance srl, Bipower Service e Associazione Energie Libere, oltre che dalla Confederazione Generale dell’Agricoltura Italiana.
Per quanto concerne il legame tra politici e imprese private, risultano essere 135 i Parlamentari o membri del Governo che hanno un qualche interesse nel settore privato, in un totale di 240 aziende. Tra i settori principali maggiormente interessati troviamo l’immobilare (14,58%), turismo e ristorazione (9,58%) ed il settore finanziario (9,58%).