in esteri

Lo Sri Lanka attraversa la peggior crisi economica della sua storia

Lo Sri Lanka ha dichiarato il default preventivo concordato. Il paese alle prese con la peggiore crisi economica, ha sospeso temporaneamente il pagamento dei debiti esteri, “per un periodo intermedio in attesa di una ristrutturazione ordinata e consensuale” nel quadro di un programma dell’FMI, ha spiegato il ministero. 

 Giovedì 12 maggio, dopo le dimissioni di Mahinda Rajapaska,  è stato nominato primo ministro per la sesta volta Ranil Wickremesinghe. Il suo approccio economico neoliberista punta alla crescita economica, vista la gravissima crisi che il paese sta attraversando.

La crisi economica 

Con la pandemia da Covid-19, lo Sri Lanka è sprofondato in una gravissima crisi economica. Si sono aggiunti anche i monsoni nel periodo pre pandemico e l’approvazione di una legge che vieta l’utilizzo di fertilizzanti chimici in agricoltura, portando a una riduzione dei raccolti. Questa combinazione di fattori ha determinato un’impennata dell’inflazione. 

Il 31 marzo, migliaia di persone si sono riunite sotto il palazzo presidenziale. Durante la manifestazione sono state ferite e arrestate diverse persone. Il governo ha varato un coprifuoco di 36 ore e ha bloccato l’accesso ai social media per bloccare le proteste. 

Il 19 aprile 2022 la polizia ha sparato sui manifestanti che protestavano contro l’aumento dei prezzi del carburante a Rambukkana, cittadina vicino Kandy, nello Sri Lanka centrale. Uno persona è stata uccisa e ci sono almeno 14 feriti.