in economia

Il Parlamento UE ha approvato il regolamento del Dispositivo per la ripresa e resilienza

Il Parlamento europeo ha approvato il regolamento del Recovery and Resilience Facility (Dispositivo europeo per la ripresa e la resilienza)  con 582 si, 40 no e   69 astenuti.
Nei prossimi giorni sarà approvato dal Consiglio europeo e poi entrerà ufficialmente in vigore.

 

Cos’è il Recovery and Resilience Facility

NextGenerationEu  è uno strumento di ripresa temporaneo da 750 miliardi di euro, che contribuirà a riparare i danni economici e sociali immediati causati dalla pandemia di coronavirus per creare un’Europa post COVID-19 più verde, digitale, resiliente e adeguata alle sfide presenti e future.

Il fulcro di NextGenerationEU è  il Recovery and Resilience Facility, il fondo di 672,5 miliardi di euro di prestiti e sovvenzioni per sostenere le riforme e gli investimenti degli Stati membri.
Le sovvenzioni sono 3,12 miliardi di euro e saranno ripartiti in base alla popolazione, Pil procapite e disoccupazione.
In aggiunta gli Stati possono anche richiedere dei prestiti, i quali importi non possono superare il 4,7 del reddito nazionale lordo.

Come accedere

Per accedere allo strumento gli Stati membri devono preparare i loro piani  di ripresa e resilienza che definiscono le riforme e gli  investimenti pubblici per i prossimi quattro anni.

In particolare la Commissione europea valuterà i vari programmi rispetto ai seguenti obiettivi:

minimo 37% della spesa relativa al clima

minimo 20% della spesa in investimenti  per favorire la transizione digitale.

L’infografica completa 

www.consilium.europa. eu