Annalisa Catapano

Blog di approfondimento

Monday, September 20, 2021

Patrick Zaki è detenuto in Egitto da un anno e sette mesi

Patrick Zaki, l’attivista egiziano dei diritti umani, da più di un anno è detenuto in Egitto.
La “colpa” di Patrick secondo il governo egiziano è quello di aver scritto ciò che è un dato di fatto: in Egitto i diritti umani sono costantemente violati.

L’arresto di Patrick Zaki

Il 7 febbraio 2020 Patrick, studente dell’università di Bologna, viene fermato all’aeroporto del Cairo. Dopo ore di sparizione forzata, Patrick appare l’8 febbraio davanti alla procura della città di Mansura per la convalida dell’arresto. L’accusa è di minaccia alla sicurezza nazionale, incitamento a manifestazione illegale, sovversione, diffusione di notizie false e propaganda per il terrorismo.

Dopo diversi rinvii, le prime udienze sono iniziate a luglio. Lo scorso 2 dicembre il giudice della terza sezione del tribunale antiterrorismo del Cairo annuncia il rinnovo per 45 giorni della custodia cautelare. Il 2 febbraio è confermato un ulteriore rinnovo.
Il 6 aprile la Corte d’Assise rigetta la richiesta degli avvocati di sostituire il collegio giudicante e attribuisce a Patrick Zaki altri 45 giorni di detenzione. A giugno e luglio la detenzione preventiva è stata ulteriormente prorogata.

I suoi avvocati hanno raccontato che gli agenti dell’Agenzia di sicurezza nazionale (NSA) hanno tenuto Patrick bendato e ammanettato durante il suo interrogatorio all’aeroporto durato 17 ore. Patrick è stato picchiato sulla pancia e sulla schiena e torturato con scosse elettriche.

Gli agenti della NSA lo hanno interrogato sul suo lavoro in materia di diritti umani durante il suo soggiorno in Egitto e sullo scopo della sua residenza in Italia.

Patrick Zaky andrà a processo

La Procura egiziana con l’approssimarsi della scadenza dei 24 mesi di detenzione preventiva, avrebbe tirato fuori uno scritto di Patrick  del 2019, dove lo studente prendeva le difese della minoranza Copta perseguitata in Egitto.

La prima udienza inizierà il 14 settembre 2021.

 

VEDI ANCHE Export armi italiane: nel 2020 l’Egitto è stato il primo acquirente, seguito dal Turkmenistan”

Egitto, gli interessi economici e militari che l’Italia non è disposta a sacrificare 

Il Senato e la Camera approvano la mozione per la cittadinanza italiana a Patrick Zaki.

 

Immagine di copertina: FreePatrick – account Twitter

www.annalisacatapano.it è il blog di approfondimento che si pone l’obiettivo di offrire degli strumenti per comprendere al meglio la realtà e avere un giudizio critico.
I temi trattati riguardano la politica, l’ambiente, l’economia  e i diritti umani.
I contenuti di questo blog richiedono ricerca e tanto approfondimento.
Tutto questo però ha bisogno di un tuo contributo, anche minimo. Grazie mille!


Immagine di copertina: Unicef Italia