in cultura

Secondo la Corte Europea chi gestisce le pagine Facebook è corresponsabile dei dati degli utenti



Nella sentenza relativa al caso Wirtschaftsakademie i giudici della Corte di Lussemburgo hanno stabilito che coloro che gestiscono le pagine Facebook aziendali sono corresponsabili dei dati che raccolgono attraverso Facebook Insights,il tool che permette di elaborare i dati inerenti ai comportamenti e alle preferenze degli utenti.
Infatti, secondo la Corte,agli utenti non viene chiesto il consenso per la raccolta dei dati.

La società tedesca di formazione professionale Wirtschaftsakademie aveva presentato ricorso in seguito alla decisione dell’autorità di vigilanza di far chiudere l’account Facebook perchè raccoglieva dati per poi elaborarle. La società nel ricorso aveva scaricato le responsabilità a Facebook, ma i giudici hanno stabilito che vi è una corresponsabilità dei gestori delle pagine.