Usa, New York è il 15° Stato ad aver legalizzato la cannabis per uso adulto

Mercoledì 31 marzo il governatore di New York, Andrew Cuomo, ha firmato la legge che legalizza la cannabis per uso adulto.

La legge istituisce l’Office of Cannabis Management per regolamentare la cannabis per uso medico, adulto, per possesso personale e coltivazione domestica.
Per quanto riguarda quest’ultimo, la legislazione prevede che gli adulti  almeno di 21 anni possono avere fino a 3 once di cannabis   (circa 85 grammi) e coltivare fino a 6 piante al massimo per famiglia.

Secondo l’ufficio del governatore, lo sviluppo dell’industria della cannabis nello Stato di New York potrebbe avere  anche un importante potenziale economico. Infatti si stima un gettito fiscale  di circa 350 milioni di dollari all’anno e dai 30.000 a 60.000 nuovi posti di lavoro in tutto lo stato.

Da un punto di vista legale, sarà rivisto anche il quadro per evitare criminalizzazioni, cancellando automaticamente le precedenti condanne per detenzione di marijuana.

La legalizzazione della cannabis è il risultato di anni di lavoro. Nel 2018  uno studio condotto dal Dipartimento  della Salute, sotto la direzione del Governatore Cuomo, ha dimostrato che gli  impatti positivi della legalizzazione della cannabis per uso adulto superano di gran lunga gli negativi. Inoltre, si è arrivati a conclusione che dopo decenni di proibizione della cannabis non si è riusciti a raggiungere gli obiettivi di salute e sicurezza pubblica, ma anzi, hanno portato ad arresti e condanne ingiusti, in particolare nelle comunità di colore.

www.annalisacatapano.it approfondisce temi di politica, economia, diritti umani e ambiente. Non ci sono banner pubblicitari e articoli sponsorizzati.  Ogni articolo richiede ricerca, elaborazione e tempo. Solo con il tuo sostegno, anche minimo, questo lavoro può andare avanti. Grazie. 

Annalisa Catapano