in esteri

Usa, Lisa Montgomery è stata messa a morte

[Aggiornamento]

Amnesty International Italia in un tweet ha scritto che anche Corey Jhonson è stato messo a morte. Si tratta della dodicesima esecuzione federale in pochi mesi dell’amministrazione Trump. Stasera è prevista l’esecuzione di Dustin Higgss. 

 

Lisa Montgomery è stata giustiziata con l’iniezione letale nel carcere di Terre Haute, in Indiana. Si tratta della prima esecuzione federale di una donna, dopo 67 anni.
La pena era stata sospesa martedì 12 gennaio per consentire la perizia psichiatrica.  Ma non è servito a nulla.

Dopo un’allucinante serie di decisioni, le une contro le altre, di vari tribunali, ore di incertezza e una vana richiesta finale di sospensione, Lisa Montgomery è stata messa a morte alle 7.31 ora italiana. L’11ma esecuzione federale sotto Trump, la prima di una donna da 67 anni“, ha scritto in un tweet il portavoce di Amnesty International Italia, Riccardo Noury.

L’omicidio

Lisa, 52 anni, nel 2007 era stata riconosciuta colpevole dell’omicidio di una donna di 23 anni, Bobbie Jo Stinnett, incinta all’ottavo mese. Dopo averla uccisa, con un coltello da cucina prelevò il feto dal ventre. La bambina fortunatamente è sopravvissuta. 

La pena di morte negli Stati Uniti

Gli Stati americani che hanno deciso di abolire la pena capitale sono 22. L’ultimo ad aggiungersi è stato il Colorado nel marzo 2020.

Ad agosto 2020 sono 28 gli Stati federali americani che prevedono ancora la pena di morte. Alcuni di questi hanno deciso di mantenere una moratoria non scritta, ovvero una sospensione delle esecuzioni capitali a tempo indeterminato. In diversi Stati i giudici federali hanno reputato le esecuzioni incostituzionali e di conseguenza le sentenze sono state sospese.

Dopo 17 anni, l’amministrazione Trump ha deciso di mettere fine alla moratoria non scritta, voluta dall’amministrazione Bush.
A luglio 2020 sono riprese le esecuzioni federali negli Stati Uniti.
Con Lisa Mongomery, Trump in sette mesi ha messo a morte 11 persone.
Altre due esecuzioni sono previste in questi giorni: 14 gennaio Corey Johnson e 15 gennaio Dustin Higgs.

Inoltre, per la prima volta, in 130 anni, le esecuzioni federali sono state autorizzate nel periodo di transizione presidenziale.